E-mail



Numero di giocatori 2
Età 8 in su
Durata 30 minuti
Tipologia Astratto
Classe B1
Lingua Italiano
Dipendenza dalla lingua No
Autore John W. Mollett, Lewis Waterman

VM_FAVORITE_NOLOGIN

Othello



Descrizione

Inventato da Goro Hasegawa nel 1970 riprendendo un gioco inglese dell’ottocento chiamato Reversi, Othello ha rapidamente conquistato il mondo grazie alle sue regole semplicissime ed alla sua profondità di gioco. “Un minuto per imparalo, una vita per diventare maestri”, questa era la formula pubblicitaria quando venne prodotto anche in Italia: una volta tanto assolutamente veritiera!

All’inizio del gioco si dispongono due pedine nere e due pedine bianche, con le pedine dello stesso colore poste in diagonale una rispetto all’altra, sulle quattro caselle centrali. La prima mossa è del Nero, il quale posiziona una sua pedina con il proprio colore sul lato visibile in modo da chiudere una (o più, nel proseguo della partita) pedina bianca fra quella appena giocata ed un’altra sua pedina già sulla tavola, sia orizzontalmente che verticalmente o diagonalmente.

Tutte le pedine di colore contrario racchiuse in questo modo vengono rovesciate, e diventano tutte del colore del catturante. La mossa passa al bianco che fa lo stesso (se non fosse posssibile, è costretto a perdere un turno), e così via finchè tutte le caselle sono state riempite, oppure finchè uno dei giocatori rimane senza pedine in gioco, o ancora se ambedue i giocatori non hanno a disposizione mosse valide. A questo punto si contano le pedine dei due colori, e chi ne ha di più vince la partita.

A dispetto della semplicità delle regole siamo di fronte ad un gioco molto profondo e complesso, ed anche molto diffuso, tanto da diventare un classico. Esiste una Federazione mondiale a cui appartiene anche quella Italiana: la Federazione Italiana Gioco Othello (FNGO).



Recensioni:

Nessuna recensione disponibile per questo prodotto.
Autenticati per poter scrivere una recensione.