E-mail



Numero di giocatori 3-5
Età 10 in su
Durata 60 minuti
Tipologia Civilizzazione
Classe Standard
Lingua Italiano
Dipendenza dalla lingua Leggera
Autore Bruno Faidutti, Serge Laget

VM_FAVORITE_NOLOGIN

Ad Astra



Descrizione

Ambientazione
Con Ad Astra la NG International inizia la Nexus Designer Series, una serie di giochi destinata a far parlare di sé, non solo in Italia ma in tutto il mondo. Ogni uscita infatti sarà ad opera di uno o più autori affermati e nel regolamento ci sarà spazio per presentarli, parlare dei loro giochi più famosi e del loro stile. La cosa interessante è che questa presentazione sarà opera di collega del'autore. Questo #1 è opera di Bruno Faidutti e Serge Laget che vengono presentati dal loro collega Francese Bruno Cathala. Assieme i due autori hanno già prodotto Mistero dell'Abbazia ma i loro titoli più famosi della loro proficua attività sono senz'altro Citadels (Faidutti) e Shadows over Chamelot (Laget).

In Ad Astra i giocatori sono impegnati ad esplorare e colonizzare una galassia formata da 9 stelle e 43 pianeti. Ogni pianeti produce un particolare tipo di risorsa o contiene i resti di una antica civiltà aliena. Le risorse servono per costruire nuove astronavi, colonie, fabbriche o per terraformare i pianeti. Il turno di gioco è diviso in due parti: nella prima parte i giocatori si alternano nel pianificare le 12 (o 15) mosse che poi verranno eseguite nello sviluppo del turno: produzione, movimento, costruzione e scambio. Certe carte attiveranno delle fasi di punteggio che di volta in volta porteranno punti vittoria a chi ha più astronavi, colonie, fabbriche, terraforming o risorse.
Ad Astra è un gioco con alcuni aspetti originali ma che eredita anche tanto, in maniera positiva, da quello che il mondo del gioco internazionale ha prodotto negli ultimi anni. Senz'altro l'idea delle risorse e delle carte risorsa deriva da Coloni di Catan e il meccanismo delle azioni è un'eredità di altri giochi quali "Mission Red Planet" o "Puerto Rico" (per il fatto che tutti eseguono l'azione e uno ha un privilegio).

Il Gioco
Il turno di gioco di Ad Astra si divide in due fasi: Pianificazione ed Azione. il gioco prosegue fin tanto che non sono stati scoperti tutti i pianeti o un giocatore ha raggiunto e/o superato i 50 punti. Ogni giocatore possiede un mazzo di 11 carte azione così composto: 3 carte movimento, 3 carte produzione, 1 carta Costruzione, 1 carta Scambio e 3 carte Punteggio. 

Fase Pianificazione
Nella fase di pianificazione, in ordine di turno, i giocatori piazzano una alla volta, coperte, una delle loro 11 carte azione in uno dei 12 spazi disponibili (nelle partite a 5 giocatori gli spazi disponibili sono 15) a sua scelta. Quando tutti gli spazi sono occupati la fase pianificazione finisce ed inizia la fase Azione. Alla fine del turno i giocatori recuperano tutte le loro carte azione tranne quelle Punteggio, che vengono riprese in mano solo quando sono state giocate tutte e tre.

Fase Azione
Nella fase Azione le carte vengono rivelate una alla volta, dalla prima all'ultima e l'azione indicata dalla carta viene eseguita da tutti i giocatori. E' dunque molto importante, oserei dire l'aspetto centrale del gioco, valutare e capire cosa giocheranno gli altri giocatori in modo da sfruttare al meglio le carte giocate dagli avversari per soddisfare i propri scopi. L'ultimo giocatore nel turno ad avere giocato una carta punteggio sarà il primo giocatore nel turno successivo. Vediamo in dettaglio le diverse carte azione.

Le diverse Azioni
Movimento: tutti i giocatori, partendo dal possessore della carta, possono muovere una delle loro astronavi verso o all'interno di uno dei due sistemi mostrati sulla carta. Muovere generalmente costa energia (una delle risorse) ed è sempre possibile muoversi da un pianeta allo spazio profondo. Quando ci si muove in un sistema si possono guardare tutti i pianeti non ancora scoperti del sistema e decidere dove sbarcare. I pianeti alieni non danno risorse ma il primo che ci sbraca si prende una carta Manueffatto Alieno che può conferire anche bonus ed abilità notevoli.
Produzione: il possessore della carta decide quale delle due risorse raffigurate sulla carta viene prodotta, da chi possiede navi, fabbriche o colonie, in tutti i pianeti di quel tipo.
Costruzione: tutti i giocatori possono spendere risorse per costruire una cosa (astronave, colonia, fabbrica o terraforming) e poi il possessore della carta può costruire tutto quello che vuole.
Scambio: il giocatore possessore della carta può scambiare risorse a piacimento con gli altri giocatori o con la riserva.
Punteggio: a seconda della carta punteggio giocata faranno punti chi possiede astronavi, colonie, fabbriche, risorse o chi controlla sistemi e/o pianeti. Chi fa più punti in questa fase ottiene un bonus.



Recensioni:

Nessuna recensione disponibile per questo prodotto.
Autenticati per poter scrivere una recensione.